CRANIOSACRALE BIODINAMICO

“Conosci l’anatomia e la fisiologia, e quando contatti il corpo della persona, non dimenticare che è la casa vivente della sua anima”
(Dr. A.T. Still)

Quando parliamo di Craniosacrale, e in particolare di Biodinamica Craniosacrale, parliamo di corpo. Un corpo vivo, con sistemi ed organi che funzionano in sinergia tra di loro con il sistema emotivo psicologico e spirituale della persona.

L’approccio Craniosacrale è dolce e non invasivo. È nato all’inizio del ‘900 dalle intuizioni del dott. W. Sutherland, che percepì il movimento involontario delle ossa del cranio in collegamento con la colonna e l’osso sacro. Questo sottile movimento fisico fa parte di un insieme di ritmi biologici fluidi ed energetici più ampi, che attraversano il corpo e ne sostengono la salute. È un principio che crea ordine chiamato Respiro della Vita.

Il metodo Craniosacrale interagisce in particolare con il sistema dei fluidi nel corpo. I fluidi sono la memoria unitaria in cui si riversano tutte le dinamiche dei componenti corporei. Attraverso i fluidi, l’approccio biodinamico, relaziona le informazioni e come in un sistema olografico, tutto viene percepito ed ascoltato dall’operatore. Tessuti ai quali sono connessi direttamente disturbi fisici, stati d’animo, shock e traumi. Il compito dell’operatore craniosacrale quindi è creare le condizioni perché avvenga una riorganizzazione psicofisica, energetica e spirituale, che dia sostegno alla Vita e alla Salute che sono sempre a disposizione nel nucleo del nostro Essere.

COME FUNZIONA E A CHE COSA SERVE

Benessere fisico, mentale, emotivo e spirituale fanno parte di un unico orientamento della persona al movimento della salute laddove limitazioni o assenza di movimento comportano una riduzione nell’espressione della vitalità. Usando le mani per creare contatto, una conoscenza dettagliata della fisiologia e dell’anatomia umana per intervenire nel dettaglio, e una particolare presenza sensibile per ascoltare e accogliere i processi in atto, l’operatore craniosacrale facilita la trasformazione dei problemi in nuova energia al servizio della persona.

L’esperienza di una sessione di Craniosacrale Biodinamica apre sempre un dialogo con la nostra naturale forza vitale, quindi potrebbe essere anche considerata sia come forma di prevenzione, sia come un modo per restare in contatto con la propria salute. 

E’ tuttavia un atteggiamento molto comune cercare dei metodi di sollievo solo in presenza di sintomi o problematiche fisiche o psichiche per questo di seguito, a titolo esemplificativo, alcuni esempi in cui la biodinamica craniosacrale offre un valido supporto al ripristino della salute

  • recupero post operatorio

  • recupero post trauma

  • nelle allergie

  • artriti

  • asma

  • autismo

  • coliche

  • condizioni di stress

  • depressione

  • disturbi visivi

  • dislessiaa

  • disordini della mandibola e dell’articolazione temporo-mandibolare

  • difficoltà di apprendimento

  • disordini nervosi

  • dolori alla schiena

  • dolori mestruali

  • dolori muscolari

  • distorsioni

  • esaurimenti

  • fatica cronica

  • iperattività dei bambini

  • insonnia

  • emicranie

  • problemi emotivi

  • reumatismi

  • sciatica

  • sinusiti

  • problemi spinali

  • scoliosi

  • traumi post-trattamenti dentali

  • traumi della nascita

  • colpi di frusta

Queste sono alcune aree di efficacia della Craniosacrale Biodinamica.